Il 6 Agosto 2006 il Rifugio La Balma ha festeggiato i cento anni di storia.

Agli inizi del 900, Kin Allegro, bisnonno degli attuali gestori, allestiva in località Alpe Balma un tendone per il ristoro degli alpini del “Mondovì”, che ogni anno si alternavano nei campi estivi. Il 6 agosto del 1906 inaugurava il primo padiglione di quello che sarebbe diventato il rifugio La Balma.

Intorno al 1918 costruì la cucina e, negli anni ’30, periodo in cui la gestione passò al figlio Ettore e alla moglie Rina, venne aggiunta al ristorante una sezione con camere da letto che trasformò l’edificio in un vero e proprio rifugio-albergo.

Durante la seconda guerra mondiale il rifugio divenne base partigiana e per questo motivo fu incendiato per ben due volte; si salvarono solamente gli edifici della cappella e della casa alpina adiacente. Ettore iniziò una lenta e faticosissima ricostruzione e, con la sola forza delle sue braccia, riuscì anche a sopraelevarlo di tre piani, trasportando il materiale dalla valle a dorso di mulo.

La gestione del rifugio, in seguito, è passata al secondogenito Beppe e poi al primogenito Franco che se ne occupò con la moglie Margherita per oltre 30 anni.

Oggi Daniela e Luca, i figli di Franco, insieme alla mamma Margherita e l'insostituibile aiuto di Barbara, gestiscono il rifugio Balma con dedizione e professionalità, continuando la tradizione di sapiente organizzazione, ottima cucina e calda accoglienza della famiglia Allegro.

Novità! Disponibile presso il rifugio il libro "La Balma" di Gian Andrea Porro

 

 

 

Torna alla Home Page

Rifugio La Balma - Frabosa Soprana - Cuneo CN - Tel. 0174 334288 - www.rifugiolabalma.it